Laboratorio logico-matematico PDF Stampa
Venerdì 06 Aprile 2018 09:11

Il progetto logico-matematico “Impariamo a giocare” 

Laboratorio_logico_matematico.jpg

Questo progetto ha avuto origine da una “semplice” osservazione: sempre più spesso durante i Consigli di Classe i professori di Matematica segnalavano le numerose difficoltà dei ragazzi nel comparto logico. Si è quindi iniziato a pensare ad un laboratorio logico-matematico, a come impostarlo e a come “ingaggiare” ragazzi.

La docente di Scienze Umane ha allora iniziato a riflettere su come sfruttare ciò che le ricerche psicopedagogiche ci spiegano da anni, cioè che l’autoaiuto stimola l’apprendimento dei più grandi e dei più piccoli, che la peer education e il lavoro tra pari sono tipologie di insegnamento estremamente efficaci. Dalla stretta collaborazione tra le docenti di Scienze Umane e di Matematica, si è quindi in breve tempo arrivati ad elaborare il progetto, decidendo di far lavorare i ragazzi del Liceo con i bambini della scuola Primaria su giochi “logici”, come il sudoku, le parole crociate, i crucipuzzle, scala 40, dama, scacchi, Forza 4, Tangram.

Si è deciso che il lavoro diretto con i bambini della Primaria sarebbe stato concentrato in una settimana e avrebbe coinvolto le classi quarta e quinta: un’ora e mezza con ciascuna classe ogni mattina, un lavoro che però andava accuratamente preparato dai ragazzi della classe prima del Liceo. I ragazzi, divisi in gruppi, ognuno con un referente, hanno infatti dovuto studiare accuratamente le regole dei giochi, sperimentare i giochi ed esercitarsi a spiegarne ai compagni le regole. Successivamente ogni gruppo ha scelto i giochi con cui avrebbe lavorato con i bambini e ha preparato il materiale. Anche i bambini della Primaria sono stati divisi in piccoli gruppi e abbinati ai gruppi dei più grandi.

Il lavoro è sempre stato supervisionato da un insegnante del liceo e da una maestra della scuola Primaria.

I cinque giorni sono trascorsi velocemente e alla fine della settimana abbiamo verificato con piacere che i più piccoli avevano acquisito dimestichezza con tutti i giochi proposti dai più grandi. Ma siamo anche stati testimoni di bellissimi gesti non programmati e totalmente autonomi: un gruppo del Liceo ha realizzato dei segnalibri per i bambini, un altro gruppo ha preparato degli attestati e organizzato un torneo di carte. Di contro, i bambini della quarta Primaria hanno realizzato un cartellone di ringraziamento da appendere in classe per i ragazzi del Liceo.

L’attività si è conclusa con un fondamentale momento di rielaborazione: ogni gruppo del Liceo ha preparato una presentazione in cui ha sintetizzato la propria esperienza, riportando anche le proprie riflessioni personali. Sono emerse osservazioni molto belle e costruttive; in particolare, i ragazzi hanno sottolineato come questo tipo di attività li ha aiutati a rendersi conto sia delle proprie capacità che dei propri limiti.

Gli studenti della prima liceo

 
Copyright © 2009 Liceo delle Scienze Umane P.G.E. Porta  -  All Rights Reserved.